FIM Indoor Enduro World Cup 2009 a Genova: foto, video e commenti

Aggiornamento del 28/01/08: i video delle finali!

E’ ancora in circolo l’adrenalina accumulata sabato sera al palasport di Genova!Dopo la fantastica esperienza del superiders di Milano, sono stato nuovamente in “missione” con il Ruscibar team per seguire la tappa italiana dell’Indoor Enduro World Cup.Partiamo dalla fine, ossia dal podio:

Genova Enduro Indoor 2009

Un vero e proprio trionfo per Ivan CERVANTES (due volte primo), seguito da Tadeusz BLAZUSIAK e dall’italiano Fabio MOSSINI.

Per la classifica completa ed una bella serie di foto della serata, vi rimando al post sul Ruscibar.

Genova Enduro Indoor 2009 Genova Enduro Indoor 2009 Genova Enduro Indoor 2009

Ma torniamo alla cronaca della serata. Nonostante il gelido freddo esterno, l’atmosfera del palasport era bollente: tribune gremite e molti spettatori in piedi sugli anelli superiori. Non poteva ovviamente mancare il mitico tifoso “armato” di motore di motosega, per sgasare a manetta e sostenere gli atleti in gara.Ospite durante le gare nel motorhome Airoh, e successivamente invitato a partecipare alla premiazione, il mitico moto-giornalista di Italia1 Guido Meda:

DSC_0333.JPG
© Paolo Rossi

“Giocavano in casa” i rappresentanti del motoclub dei “cinghialoni genovesi” del Belin Racing Team

Genova Enduro Indoor 2009

Prima dell’inizio delle competizioni abbiamo preso posizione in sala stampa: qui, tra molti altri guru della fotografia sportiva, abbiamo incontrato Stefano Brugnola, fotografo professionista che avevo conosciuto in rete all’indomani del Genova Supercross 2008. Stefano ha realizzato, come sempre, uno splendido foto-reportage della serata, che potete ammirare nella gallery “Enduro Indoor World Cup Genova” all’interno del suo sito.Dopo una rapida occhiata al tavolo dei premi..

Genova Enduro Indoor 2009

…ed un’anteprima di conteggio alla rovescia

Genova Enduro Indoor 2009

…ci siamo avventurati nei paddock, aperti al pubblico e affollati di curiosi.

Qualche pilota ama le due ruote alla follia: le usa anche per spostarsi nel palasport a bordo del proprio Segway!

Genova Enduro Indoor 2009

La mia attenzione è stata attirata da queste “scatolette” montate sulle forcelle di questi due kappa:

KTM equipaggiati con WEER

In realtà ho scoperto velocemente che tutte le moto in gara ne sono equipaggiate:

Genova Enduro Indoor 2009

Si tratta di uno degli elementi del CRONO RACING SYSTEM®, il rivoluzionario sistema elettronico di identificazione e cronometraggio in situazioni critiche messo a punto dall’italiana WEER. In pratica sotto la linea del traguardo è interrato un cavo elettrico che rileva il passaggio di questi transponder attivi (le scatolette arancioni), consentendo ai cronometristi di compiere accurate (e incontestabili) misurazioni dei tempi al centesimo di secondo.Le condizioni proibitive della pista, progettata dal grande track-designer Armando Dazzi, hanno messo a durissima prova non solo i mezzi e gli atleti…

Genova Enduro Indoor 2009 Genova Enduro Indoor 2009

…ma anche i fotoreporter e le loro attrezzature:

Genova Enduro Indoor 2009

Ecco una mia personale classifica degli ostacoli più insidiosi del tracciato:

La pista enduro indoor di Genova 2009

  1. le montagne di sassi (in particolare la seconda, rinominata anche dallo speaker “la collina della passione”): un vero killer! La ripidezza delle montagne e gli insidiosi spazi tra i pietroni hanno causato vere e proprie ecatombi. Moto lanciate per aria, piloti disarcionati, veri e propri “tappi” con 6 o 7 moto incastrate a bloccare completamente il passaggio. Superlavoro per gli efficientissimi assistenti di pista, che ad ogni giro hanno tolto dall’impiccio almeno una decina di piloti

    Genova Enduro Indoor 2009 Genova Enduro Indoor 2009 Genova Enduro Indoor 2009

  2. il guado. Due le difficoltà per i piloti: l’acqua melmosa (moto e tute dei piloti che cambiavano colore giro dopo giro, nuvole di vapore dai motori roventi) ed i tronchi semisommersi che hanno causato più di uno spegnimento di motore o un bagno indesiderato per il rider.

    Genova Enduro Indoor 2009 Genova Enduro Indoor 2009 Genova Enduro Indoor 2009

     

  3. la pietraia prima dell’arrivo. All’apparenza più innocua della montagna di sassi, ha creato molte difficoltà, dando l’opportunità di vedere spettacolari sorpassi dell’ultimo minuto.

    Genova Enduro Indoor 2009 Genova Enduro Indoor 2009 Genova Enduro Indoor 2009

Allora, ho stuzzicato abbastanza la vostra curiosità?!? Allora godetevi lo spettacolo dei piloti alle prese con la pista in questo video di una Heat completa. Occhio al primo passaggio nel guado e agli “imbottigliamenti” sulla montagna di pietre:

Tra i video che iniziano a comparire su YouTube, vi segnalo questo (il primo in assoluto ad essere stato pubblicato):


Video
by kTm130892

…e questo, che svela un momento “piccante” della serata, che purtroppo ci siamo persi in quanto impegnati in sala stampa per il live blogging dell’evento. Il video è stato rimosso dal proprietario.Ecco un nuovo video che mostra bene le insidie della montagna di sassi:


Video
by alessbenini

Ed ecco, direttamente da Mediaset Sport, i video delle tre finali:

 

Enduro Indoor Genova 2009 - Finale 1

 

 

Enduro Indoor Genova 2009 - Finale 2

 

 

Enduro Indoor Genova 2009 - Finale 3

La serata ha rappresentato per me un doppio battesimo: il primo è relativo all’enduro indoor, ed è stato spettacolare!

Il secondo riguarda la fotografia: per la prima volta ho avuto tra le mani una reflex digitale, equipaggiata di zoom telephoto. Beh, non nascondo una certa delusione per i risultati non certo entusiasmanti, dovuti all’inesperienza e alla scarsa confidenza con lo strumento: diciamo che ho “salvato” poco più del 10% degli scatti effettuati (che, come sempre, trovate su Flickr: slideshow). Ma è stato comunque un inizio impegnativo… e anche un po’ improvvisato.

In attesa di procedere con l’acquisto di un apparecchio tutto mio, inizierò a studiare un po’ di teoria… :-) Per il momento non mi resta che ringraziare l’amico Enrico di Ottica Foto Benzi per avermi fornito l’attrezzatura!

Per concludere, beh… congratulazioni alla Off Road Pro Racing per averci offerto ancora una volta una serata di sport così emozionante e spettacolare!

 
 

3 replies


  1. sono il propietario del k 2008 con la scatoletta (tranponder) grafiche blu con lupin …per caso hai delle foto del trofeo ktm naturalmente dove ci sono io grazie alessandro N° 11


  2. Ciao Alessandro, grazie per la visita e complimenti per la grafica del tuo k! A proposito, sei già riuscito a liberarlo da tutto quel fango? :-) Ho trovato alcune tue foto mentre attraversi il guado: te le mando via mail!


  3. che tristezza l’indomani di una giornata stupenda aprire il giornale e non trovare mai il nome , opp il motoclub che appartengo (motoclub Bavari) eppure per il trofeo ktm sono l’unico genovese arrivato in semifinale
    che schifo!!!! ringrazio gente come voi !!! fatelo girare

Un trackback

Leave a reply