WiFi not?

Nei giorni scorsi sono stato in Romania per lavoro, più precisamente a Cluj, ed ho avuto una gradita sorpresa: la maggior parte dei locali pubblici offre la copertura WiFi gratuita (ed aperta) ai propri clienti.
Ho potuto tranquillamente twitterare, legggere la posta, inviare foto su Flickr e navigare dal mio iPhone da ristoranti e club, per non parlare dell’albergo. E per strada, in centro, si può usufruire di una rete WiFi pubblica e gratuita.

Non vi dico lo stupore quando ho trovato la rete senza fili in piena campagna, in un locale che si affaccia su una strada piena di buche, sulla quale transitano prevalentemente carretti trainati dai cavalli. Si mangia ottimamente e quando ho fatto loro i complimenti (per il cibo e la rete) mi sono sentito dire “cerchiamo di stare al passo con i tempi…”.

In realtà penso che siano più avanti di noi e mi chiedo: perché no?
Perché non possiamo avere reti wireless aperte ed accessibili anche in Italia?

Siamo sicuri che il famigerato decreto “antiterrorismo” non sia altro che un freno a mano per la nostra nazione (magari tenuto ben saldo da qualche operatore mobile)?

Domani mattina parto per Londra: sono curioso di vedere quale sarà la situazione wi-fi da quelle parti.

 
 

One reply


  1. Dai, che forse arriveremo ad una cosa del genere anche in Italia…… salvo poi svegliarci e tornare alla realtà!

Leave a reply