Attraversamento pedonale pericoloso

Questo attraversamento pedonale, alle spalle della stazione ferroviaria di Savona, è (secondo me) pericoloso per i pedoni e frustrante per gli automobilisti: e questo unicamente a causa della inefficace configurazione dell’impianto semaforico.

Semaforo Pedonale Via Vittime di Brescia

L’attraversamento pedonale in questione si trova in via Vittime di Brescia, una strada “di scorrimento”, con traffico mediamente intenso e veloce, e consente di raggiungere il sottopasso di accesso alla stazione: viene quindi utilizzato prevalentemente da studenti e lavoratori pendolari in partenza o arrivo con il treno.

L’installazione del semaforo, lo scorso anno, era stata accolta con entusiasmo dai pedoni: rendeva oggettivamente sicuro e veloce l’attraversamento, visto che il verde scattava dopo circa 5/6 secondi dalla pressione del tasto.

Prenotazione pedonale

Peccato che… una volta terminato il verde per i pedoni, una successiva nuova richiesta di attraversamento venisse accolta immediatamente. Il risultato era che i pedoni potevano tranquillamente attraversare, ma gli automobilisti rischiavano di avere il verde per pochi istanti, sufficienti a volte per il passaggio del solo mezzo in “pole position”.

Questa situazione diveniva particolarmente irritante in corrispondenza dell’arrivo dei treni, con un flusso di viaggiatori in uscita dalla stazione che poteva “bloccare” il traffico veicolare anche per qualche minuto.

Poi, un bel giorno la sorpresa: la centralina è stata riprogrammata… e il danno è stato fatto.

Infatti oggi, dalla pressione del tasto di richiesta pedonale, trascorrono tipicamente 35/40 secondi prima che scatti il verde per i pedoni. Alchè il pedone, anche quello più ligio… dopo 10/15 secondi si guarda un po’ intorno e poi zac… attraversa con il rosso. Magari perché è in ritardo e teme di perdere il treno, o più semplicemente per la frustrazione di aspettare invano il verde mentre non transita alcun mezzo… sicuramente esponendosi ad un grosso rischio, visto che eventuali veicoli in arrivo procedono tranquillamente avendo “luce verde”.

Oltre al (potenziale) danno (per i pedoni), la beffa (per gli automobilisti): quando mezzo minuto più tardi il semaforo per le vetture diventa finalmente rosso, beh… l’ignaro automobilsta si troverà costretto ad un inutile e misterioso (nonché frustrante) “stop & go”, durante il quale non vedrà alcun pedone impegnare l’attraversamento.

Della serie: come le migliori intenzioni finiscono per produrre i peggiori risultati possibili.

Ma la soluzione è semplice: la configurazione del semaforo va rivista.

Non sono esperto di centraline semaforiche ma basta il buon senso per immaginare un algoritmo di gestione delle fasi semaforiche migliore di quello attuale.

Questo post è stato segnalato al Corpo di Polizia Municipale di Savona: mi auguro che la critica possa essere recepita costruttivamente e possano essere intraprese le azioni necessarie per migliorare la sicurezza dell’attraversamento, che sarò ben lieto di riportare su questo blog.

Update: 03/03/08 17:43
Ho appena ricevuto via e-mail una risposta da parte del Com.te Aloi della Polizia Municipale: la mia segnalazione sarà inoltrata agli uffici competenti per le opportune verifiche. Si è trattato di una risposta reale (non il solito “autorisponditore”, per capirci), ricevuta in giornata da parte di un dirigente della P.A.: sicuramente un segnale positivo,  che merita il giusto riconoscimento!

 
 

One reply


  1. Speriamo che la riconfigurazione dell’apparato non preveda l’installazione di un innovativo photored per immortalare e riconoscere i pedoni che attraversano con il rosso :-D

    Approfitto per fare outing: io sono uno di quelli che è passato con il rosso dopo aver atteso 10 secondi. L’aspetto comico è che quando il verde è scattato, le auto sono rimaste in coda senza che alcun pedone attraversasse la strada.

Leave a reply