Altri post che potrebbero interessarti:

Succede solo da McDonald’s

Per chi nutriva ancora dei dubbi…

Notizia tratta da www.repubblica.it

La catena di ristoranti inglese si appresta a convertire tutta la flotta di camion
Un solo rammarico: “Peccato che i gas di scarico non profumino di frittura”
McDonald’s: olio di patate fritte
al posto del normale gasolio
di VINCENZO BORGOMEO

Svolta ecologica per McDonald’s: i suoi furgoni in Inghilterra viaggeranno con un biodiesel molto particolare perché realizzato incredibilmente con l’olio usato per friggere patatine e polpette.
Sembra uno scherzo ma è tutto vero: è la stessa McDonald’s Corp. ad annunciare in pompa magna l’idea che – fra l’altro – è tutt’altro che sperimentale. Non si tratta infatti di far funzionare qualche furgone con l’olio delle patatine ma, addirittura, tutta la propria flotta di camion e furgoni per le consegne in Inghilterra. Ossia qualcosa di veramente grosso perché parliamo di circa 150 Tir e diversi furgoncini che bruciano 6 milioni di litri di gasolio l’anno per servire i 1200 ristoranti inglesi. Certo, il bioetanolo realizzato con residui di oli fritti è abbstanza usato in molti paesi del mondo – soprattutto in SudAmerica – ma un impiego così massiccio in Europa non si era mai visto, soprattutto poi se l’olio è “griffato”.

La domanda, però, è inevitabile: i furgoni che viaggeranno a olio di patatine fritte (sia pure miscelato al gasolio) che odore lasceranno nel’aria?

“Purtroppo nessuno – risponde Matthew Howe, vice presidente di McDonald’s Regno Unito- ed è un vero peccato perché se i nostri camion riuscissero a spargere nelle vie il profumo delle nostre fritture avremmo una delle campagne pubblicitarie migliori del mondo”. Ecologia a parte, bisognerebbe che qualcuno spieghi a Mr. Howe che non sempre l’odore di fritto può essere piacevole…
(3 luglio 2007)

 
 

Leave a reply